:: Fiat Stilo e Bravo Club > STC&BC198 ::
La Comunità italiana indipendente (forum-sito-club) dedicata alla Fiat Stilo '192' ed alla nuova Fiat Bravo '198'
Oggi è mercoledì 18 luglio 2018, 23:12

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 95 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 41 MessaggioInviato: lunedì 4 giugno 2007, 18:10 
Non connesso
Membro Onorario
Membro Onorario
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 febbraio 2005, 15:15
Messaggi: 10226
Località: Tokyo
Marca: Fiat
Modello: Stilo 3p (192) 2001-2006
Motore: 1900 jtd 115
Anno: 2001
Allestimento: Dynamic
Senza dubbio...e pensa che io non lo sfrutterei per niente questo decreto, è solo che è di un tale buon senso che non si può essere contro (a meno che non ti sia comprato la laurea honoris causa appositamente per fare il figo....e io che mi ostino a studiare per diventare ingegnere, non ho capito proprio un c***o dalla vita)

_________________
IL DILETTANTE


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 42 MessaggioInviato: lunedì 4 giugno 2007, 18:25 
Non connesso
STILO-BRAVOso GranTurismo

Iscritto il: mercoledì 9 novembre 2005, 14:48
Messaggi: 1543
Località: Roma
Marca: Abarth
Modello: Idea
Motore: 1400 16v tjet 155
Anno: 2012
io invece lo stavo aspettando con anzia questo decreto e seguo passo passo tutte le vicende legate ad esso!
Io no capisco perche si ostinino , alla fine gioverebbe molto alle casse dello stato!
Certo cè anche da dire che non so cosa giova di piu! se un collaudo alla motorizzazione o una multa di 400 euro a botta perche monti delle parti che "secondo loro" non sono regolari :ko:


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 43 MessaggioInviato: martedì 5 giugno 2007, 16:34 
Non connesso
STILO-BRAVOso Racingaro
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 15 giugno 2006, 19:26
Messaggi: 3058
Località:                          (N 41°54' - E 12°29')
Marca: Fiat
Modello: Stilo 3p (192) 2001-2006
Motore: 1900 mjet 16v 140
Anno: 2003
Allestimento: Gt
Io lo dico sempre a chi mi conosce quando parliamo di Politica.....

"In Italia, chi Prima alza il Culo o gli Rode la Mattina.... e il primo che Comanda"

Purtroppo siamo in mano a questa Gente.... indipendentemente dalla loro Fede Politica!

_________________
:wub: FIAT STILO: UNO STILE INCONFONDIBILE!!! :shifty:    :o: FIAT STILO: INCREDIBILE MA FIAT!!! :woot:

Fiat Stilo "1.910 MultiJet 16V 140CV", 3 Porte, 6 Marce, Versione/Tipo "MY2004", Assemblata ed Immatricolata nel 04/2004, Modello/Allestimento "GT", Colore "Grigio Techno Lenticolare".
Equipaggiata con 6 Airbag, Sistema di Controllo "E.S.P." con (A.S.R. - A.B.S. - M.S.R. - E.B.D. - H.B.A.), Climatizzatore Automatico Bi-Zona con (A.Q.S.), Connect Nav+ (Vers. 9.9), Sensori di Parcheggio, Comandi al Volante 11 Tasti, Caricatore CD Blaupunkt (5 CD), Spoiler Posteriore, Cerchi in Lega 17" (Pentarazze FIAT), Satinature Interne Grigio Kyron, Battitacchi in Alluminio Originali "Stilo", Tappetini Originali "Stilo", Ruote/Pneumatici (215/45-ZR17 87W) GoodYear Eagle F1 GS-D3. @ |AfterMarket:| 1) Quadro Strumenti "Abarth", 2) Kit Luci Xenon H7 35W 6000°Kelvin, 3) Cruise-Control, 4) Rimappatura Centralina, 5) Interni in Pelle "Beige", 6) Molle Sportive "Eibach Pro-Kit" (-3cm), 7) Minigonne Sportive "Abarth", 8) Pomello Cambio Illuminato & Leva Accorciata, 9) Distanziali 16mm, 10) Verniciatura Pinze Freni, 11) Filtro Aria a Pannello "BMC" .


"Fiat Stilo... Pensare Avanti! - Fiat Stilo... Forward Thinking!" "Poche Parole... Più Stilo! - Few Words... More Stilo!"

:alienff: IL VISIONARIO :ph34r:


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 44 MessaggioInviato: martedì 5 giugno 2007, 17:59 
Non connesso
BRAVO-STILOso Actuale
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 25 gennaio 2007, 15:49
Messaggi: 365
Località: Savona
:( :( pensare che questa volta credevo pèroprio di esserci vicino :cry: :cry:
mi sa che la mia piccola dovrà ancora essere :ph34r: :ph34r: in alcune cose.Comunque è proprio vero che stare dietro alla politica è un'impresa ardua , non è possibile che ci siano tutti questi capovolgimenti da un momento all'altro.......... :ko:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 45 MessaggioInviato: martedì 5 giugno 2007, 18:19 
Non connesso
STILO-BRAVOso GranTurismo

Iscritto il: mercoledì 9 novembre 2005, 14:48
Messaggi: 1543
Località: Roma
Marca: Abarth
Modello: Idea
Motore: 1400 16v tjet 155
Anno: 2012
io prendo e porto tutto in germania! se continua cosi! e VaFF*** a tutti i nostri bei politici giurassici!


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 46 MessaggioInviato: giovedì 20 settembre 2007, 17:52 
Non connesso
Staff Amministratore
Staff Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 5 aprile 2003, 9:16
Messaggi: 22930
Località: Gorizia > north-east.Italy
Marca: Fiat
Modello: Bravo 5p (198) 2007-2015
Allestimento: Sport
qualcosa di sta muovendo di nuovo....

da http://www.fits-it.org/articoli/fits.html

Cita:
Approvate al Senato nel pacchetto Bianchi anche le norme sul tuning. Manca ora la ratifica della Camera e sarà legge dello Stato. Ma...

Il 19 settembre 2007 il Senato ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza del ministro Bianchi.
Tra i vari articoli ed emendamenti è stato deciso che con un Decreto del ministro dei Trasporti siano determinati i requisiti degli enti che possono certificare le modifiche.
Nell’allegato articolo del Sole 24 Ore del 20 settembre 2007 a firma del giornalista Maurizio Caprino, si ipotizza anche una seconda strada che dovrebbe allargare ulteriormente l’apertura sulla regolamentazione delle modifiche alle auto.
Resta che siamo ora, veramente ad un passo, da quanto il nostro gruppo di lavoro aveva promesso ai suoi utenti con la nascita della FITS nel settembre 2006.
Un risultato ancora interlocutorio (dobbiamo sempre mettere in conto che proprio alla camera era stata bocciata la prima stesura del ministro Bersani), ma pieno di significati, dove si vede la mano degli ingegneri ministeriali da noi direttamente sollecitati con un nostro ricorso in via gerarchica del giugno scorso.
Aver legato la legalizzazione del tuning al pacchetto sicurezza dovrebbe portarci in breve tempo alla conclusione dell’iter legislativo.
In questo modo si potrà avere le risposte che tutti gli appassionati si aspettano.
A questo proposito abbiamo intervistato Giuliano Latuga presidente della FITS (Federazione Italiana Tuning Sportivo) e promotore con la rivista Mega Tuning della campagna a favore della regolarizzazione del settore con lo slogan “Legalizziamo il tuning con un Euro”.
“Il nostro primario obiettivo era di dimostrare – ci dice il presidente – che solo l’Italia non si era adeguata alle normative internazionali sugli equipaggiamenti di secondo impianto, pur esistendo da anni le relative norme. Ciò dovuto ad un persistente monopolio della ex Motorizzazione sugli adempimenti di omologazione degli accessori da montare sui veicoli. Pertanto un po’ per ignoranza e un po’ per reali problemi strutturali questi uffici si sono sempre rifiutati di procedere agli aggiornamenti. Insieme ai tecnici di Tecnostrada abbiamo dimostrato ai dirigenti ministeriali che è possibile invece procedere a tali aggiornamenti anche senza il collaudo in Motorizzazione e soprattutto il nulla osta della casa costruttrice.
Ora il nostro secondo obiettivo è trasformare una procedura lunga ed inutilmente costosa in un percorso sì regolamentato, ma breve e accessibile alle tasche di tutti.
Sarà possibile raggiungere questo fondamentale risultato se il ministro dei Trasporti manterrà le promesse che sono state avviate con la promozione e l’approvazione al senato del suo pacchetto.
Nei prossimi giorni convocheremo una conferenza stampa – convegno per discutere sulle modalità e sui tempi di applicazione della futura normativa.


..che ne pensate?

_________________
Cossa ocori che te cori cò no ocori che te cori, cò ocori che te cori no te cori...
Immagine . . Immagine
Guido A. from Gorizia (north-east.Italy) <> Procedere ma non eccedere!

Ideatore&Boss del 'Club Italiano Fiat Stilo e nuova Fiat Bravo'

My EX Car > Fiat Stilo type1 1.9 jtd115 Dynamic 3doors 17" wheels & soft-tuning... My PhotoGallery
GuAnto.net > Il Mio Sito: quando la passione per la propria auto va oltre il semplice piacere di guidarla...

Nuova Fiat Bravo? Nuova Community > Bravo198.com - Bravo198.it


Meglio stare zitti, e lasciare il dubbio di essere stupidi, che parlare e togliere ogni dubbio.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 47 MessaggioInviato: venerdì 21 settembre 2007, 13:19 
Non connesso
STILO-BRAVOso Activo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2005, 22:00
Messaggi: 513
Località: Cremona/Parma
Marca: Fiat
Modello: Stilo 3p (192) 2001-2006
Motore: 1900 jtd 115
era ora che si muovesse qualcosa
speriamo in qualche legge/decreto che siano sensate ed utili per tutti gli appassionati

_________________
STILO JTD EX 115@186 & 415Nm, Vetri neri, -3 eibach, pentarazze 215/45/R17 Distanziali ant 14mm post 16mm, barra duomi OMP, Freccie blu, tutto in tinta,sotto para ant. palpebre spoiler post. Lester,mini stuccate, para post Cadamuro con doppio scarico ovale
e sotto il cofano molto altro...
FUEL, FIRE...MY DESIRE


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 48 MessaggioInviato: venerdì 21 settembre 2007, 18:06 
Non connesso
Membro Onorario
Membro Onorario
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 febbraio 2005, 15:15
Messaggi: 10226
Località: Tokyo
Marca: Fiat
Modello: Stilo 3p (192) 2001-2006
Motore: 1900 jtd 115
Anno: 2001
Allestimento: Dynamic
Buon segno..ma finchè non vedo non credo :angry:

_________________
IL DILETTANTE


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 49 MessaggioInviato: venerdì 21 settembre 2007, 20:29 
Non connesso
STILO-BRAVOso Activo
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 giugno 2005, 13:23
Messaggi: 532
Località: Mantova provincia
Marca: Fiat
Modello: Stilo 3p (192) 2001-2006
Motore: 1400 16v 95
:machestaiadì: mi sembra strano che questa legge faccia il percorso inverso...cmq se così è, non dovrebbero esserci intoppi alla camera :B):

_________________
La vita è la poligenetica obliterazione dell'io subcoscente che s'infutura nell'archetipo prototipo dell'antropoformismo universale.
(ignoto...forse)


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 50 MessaggioInviato: venerdì 21 settembre 2007, 20:54 
Non connesso
Staff Amministratore
Staff Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 5 aprile 2003, 9:16
Messaggi: 22930
Località: Gorizia > north-east.Italy
Marca: Fiat
Modello: Bravo 5p (198) 2007-2015
Allestimento: Sport
da http://www.quattroruote.it/news/articol ... ice=106975

Cita:
Tuning auto - ASSURDO TIRA-MOLLA
Pubblicata il 21/09/2007

È vero, sono altre le cose che dovrebbero preoccupare i nostri parlamentari. Sta di fatto che, in materia di regolamentazione, anche su tematiche di minor importanza come il tuning delle auto, si crea spesso una certa confusione.

Proprio in questi giorni, nel corso di una seduta del Senato, la commissione Attività produttive ha presentato nuovi emendamenti per reintrodurre il tema tuning nel disegno di legge sulle liberalizzazioni; una decisione in netto contrasto con quella votata dalla Camera all'inizio dell'estate, quando il tuning era stato trasferito nel ddl sul Codice della strada, ritenendo competenza del ministero dei Trasporti determinare requisiti e modalità per le modifiche al veicolo.

Finora il Codice della strada non lasciava spazio a dubbi: secondo l'articolo 178 non sono consentite modifiche ai veicoli senza il nulla osta del costruttore. Ora, invece, la commissione Attività produttive sta per discutere norme più "liberali" in una materia che non sarebbe nemmeno più di sua competenza. Staremo a vedere come i nostri parlamentari riusciranno a districarsi quando si accorgeranno di aver portato avanti due disegni di legge in palese contraddizione fra loro.

_________________
Cossa ocori che te cori cò no ocori che te cori, cò ocori che te cori no te cori...
Immagine . . Immagine
Guido A. from Gorizia (north-east.Italy) <> Procedere ma non eccedere!

Ideatore&Boss del 'Club Italiano Fiat Stilo e nuova Fiat Bravo'

My EX Car > Fiat Stilo type1 1.9 jtd115 Dynamic 3doors 17" wheels & soft-tuning... My PhotoGallery
GuAnto.net > Il Mio Sito: quando la passione per la propria auto va oltre il semplice piacere di guidarla...

Nuova Fiat Bravo? Nuova Community > Bravo198.com - Bravo198.it


Meglio stare zitti, e lasciare il dubbio di essere stupidi, che parlare e togliere ogni dubbio.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
Numero Post: 51 MessaggioInviato: sabato 22 settembre 2007, 7:58 
Non connesso
Utente Storico DOC
Utente Storico DOC
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 5 maggio 2005, 12:40
Messaggi: 4058
Località: onnipresente
Marca: Fiat
Modello: Stilo 3p (192) 2001-2006
:azz:
la politica...speriamo bene

_________________
Stilo====>LaMiaBestiola====> che ne dici? gallery aggiornata dopo la rinascita!
===>Su 2 ruote a bordo di Suzuki GSX-R 600
e di Aprilia Caponord ETV1000<===
Immagine
dal libretto uso e manutenzione secondo FIAT: l'ASR entra in funzione per l'eccessiva potenza trasmessa alle ruote...(Fiat 208,3) ora comincio a capire perchè si accende sempre...

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legge Delega sul tuning
Numero Post: 52 MessaggioInviato: martedì 24 febbraio 2009, 9:34 
Non connesso
Utente Storico DOC
Utente Storico DOC
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 19 settembre 2003, 22:00
Messaggi: 4057
Località: Veneta
Marca: Fiat
Modello: Stilo 3p (192) 2001-2006
Motore: 2400 20v 170
Anno: 2002
Allestimento: Abarth selespeed
Dal sito di Elaborare buona notizia:

http://www.elaborare.com/200902201099/A ... zioni.html

_________________
Fiat Stilo Abarth
Nero metallizzato, assetto con molle Eibach e ammortizzatori Essepi Assetti, barra duomi anteriore personalizzata, cerchi da 17'', pastiglie freni Roesche, n°4 distanziali da 12 mm, battitacco Fiat, terminale di scarico personalizzato Powerfull, centrale Supersprint, 1° e 2° kat modificati Brain, alberi a camme C&B, filtro a pannello sportivo, rimappatura centralina, addittivi Sintoflon su motore, cambio e pompa selespeed. Addittivo Purple Ice su circuito di raffreddamento. Kit fari Xenon-Lamp digitale 6000K


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legalizziamo il Tuning: leggi delega, decreti ed altro!
Numero Post: 53 MessaggioInviato: martedì 3 marzo 2009, 21:19 
Non connesso
Staff Amministratore
Staff Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 5 aprile 2003, 9:16
Messaggi: 22930
Località: Gorizia > north-east.Italy
Marca: Fiat
Modello: Bravo 5p (198) 2007-2015
Allestimento: Sport
:ok: è davvero una bella notizia!!!!!

ecco il testo di quello che pubblica ElaborarE

Cita:
SI DALLA CAMERA!!
Approvato definitivamente dalla Camera il decreto mille proroghe con l'art. 29, 3bis. Si apre una nuova era per il tuning italiano!

Approvato oggi definitivamente dalla Camera il decreto mille proroghe con inserito all’interno l’art. 29, 3bis che apre la strada a decreti ministeriali per l'approvazione nazionale dei sistemi, componenti, entità tecniche e le relative procedure per l'installazione.

"La personalizzazione è stata accettata finalmente come principio - ci dice Renato Gallo Presidente Ascar - e potranno così essere creati finalmente i regolamenti legislativi per l'omologazione degli accessori. Ascar ha già avviato un rapporto con la Direzione generale della Motorizzazione e le società del settore potranno condividere con Ascar il percorso di regolamentazione, interlocuendo con il Ministero e la Motorizzazione. Nello scenario futuro vedranno aprirsi diversi tavoli tecnici, con l'emissione di decreti particolari per ciascun settore merceologico".

Oltre alla normativa nazionale che verrà sviluppata, sicuramente saranno prese in considerazione e valutate anche le omologazioni di altri stati membri della comunità europea.

Roma, 24 febbraio 2009

Riportiamo di seguito l'articolo 29 integrale dove si annuncia che "il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti stabilisce con propri decreti norme specifiche per l’approvazione nazionale dei sistemi, componenti ed entità tecniche, nonché le idonee procedure per la loro installazione quali elementi di sostituzione o di integrazione di parti dei veicoli, su tipi di autovetture e motocicli nuovi o in circolazione. I sistemi, componenti ed entità tecniche, per i quali siano stati emanati i suddetti decreti contenenti le norme specifiche per l’approvazione nazionale degli stessi, sono esentati dalla necessità di ottenere l’eventuale nulla osta della casa costruttrice del veicolo di cui all’articolo 236, secondo comma, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, salvo che sia diversamente disposto nei decreti medesimi".

ARTICOLO 29, 3 BIS

1-ter. All’articolo 75 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modifiche:

a) il comma 2 è sostituito dal seguente:
“2. L’accertamento di cui al comma 1 può riguardare singoli veicoli o gruppi di esemplari dello stesso tipo di veicolo ed ha luogo mediante visita e prova da parte dei competenti uffici delle direzioni generali territoriali del Dipartimento per i trasporti terrestri e del trasporto intermodale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con le modalità stabilite con decreto dallo stesso Ministero. Con il medesimo decreto è indicata la documentazione che l’interessato deve esibire a corredo della domanda di accertamento“;
b) dopo il comma 3, sono inseriti i seguenti:
“3-bis. Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti stabilisce con propri decreti norme specifiche per l’approvazione nazionale dei sistemi, componenti ed entità tecniche, nonché le idonee procedure per la loro installazione quali elementi di sostituzione o di integrazione di parti dei veicoli, su tipi di autovetture e motocicli nuovi o in circolazione. I sistemi, componenti ed entità tecniche, per i quali siano stati emanati i suddetti decreti contenenti le norme specifiche per l’approvazione nazionale degli stessi, sono esentati dalla necessità di ottenere l’eventuale nulla osta della casa costruttrice del veicolo di cui all’articolo 236, secondo comma, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, salvo che sia diversamente disposto nei decreti medesimi.


da http://www.elaborare.com/NORMATIVE/Decr ... ovato.html

_________________
Cossa ocori che te cori cò no ocori che te cori, cò ocori che te cori no te cori...
Immagine . . Immagine
Guido A. from Gorizia (north-east.Italy) <> Procedere ma non eccedere!

Ideatore&Boss del 'Club Italiano Fiat Stilo e nuova Fiat Bravo'

My EX Car > Fiat Stilo type1 1.9 jtd115 Dynamic 3doors 17" wheels & soft-tuning... My PhotoGallery
GuAnto.net > Il Mio Sito: quando la passione per la propria auto va oltre il semplice piacere di guidarla...

Nuova Fiat Bravo? Nuova Community > Bravo198.com - Bravo198.it


Meglio stare zitti, e lasciare il dubbio di essere stupidi, che parlare e togliere ogni dubbio.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legalizziamo il Tuning: leggi delega, decreti ed altro!
Numero Post: 54 MessaggioInviato: martedì 3 marzo 2009, 22:54 
Non connesso
Membro Onorario
Membro Onorario
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 luglio 2003, 10:30
Messaggi: 3900
Località: Piacenza
Marca: Fiat
Modello: Stilo 3p (192) 2001-2006
Motore: 1900 jtd 115
Anno: 2006
:evvai: :evvai: :evvai:
sperem :ok:

_________________
Go Stilo Gooooooooooooooooooooooooooooooo

***"Ideatore" del Logo STC*** - Stilo 3P 1.9 JTD 115 CV-Plus-Grigio Steel-Vetri oscurati-Minigonne- http://www.helvetia-spoiler.it/images/F ... /mini3.jpg -Assetto Eibach/Bilstein-Barra duomi OMP-Cerchi Alessio Polar 16"-Sens. park con display nello specchietto retrovisore-Impianto audio/video/TV/IPod -lettore Sd-DoppioDin-touch screen-navigation-frecce white-posizioni azzurrate-IC Domorace-skariko artigianale- Downpipe-Pompa iniezione 2,4 175 Hp-iniettori magg. 10%-incoming cambio 6M e Q2..... e molto altro Stay Tuned :-P- look @ http://gallery.stiloclub.it/v/stilobravisti/stileo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legalizziamo il Tuning: leggi delega, decreti ed altro!
Numero Post: 55 MessaggioInviato: mercoledì 4 marzo 2009, 22:42 
Non connesso
Staff Amministratore
Staff Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 5 aprile 2003, 9:16
Messaggi: 22930
Località: Gorizia > north-east.Italy
Marca: Fiat
Modello: Bravo 5p (198) 2007-2015
Allestimento: Sport
....quindi tutti con i 19" ..in Italia c'è già una Stilo omologata con i 19" (quelal blu che era a Monza nel 2007) e quindi in teoria e secondo la legge altri potrebbero usufruire di quella omologazione... giusto?

riporto anche una meil del FITS (Federazione Italiana Tuning Sporitvo) giunta in questi giorni

Cita:

Bologna, 2 marzo 2009


Già il 19 gennaio 2009 avevamo anticipato che da Roma stavano arrivando notizie che avrebbero cambiato ben presto la realtà legata al mondo delle personalizzazioni dei veicoli (tuning), ma lo avevamo fatto ancora sottovoce, nonostante le conferme alle nostre ulteriori richieste, .per non restare per l’ennesima volta mortificati nei nostri tentativi.

Orbene come potrete trovare riportata sul nostro sito, il 28 febbraio 2009 è stata riportata sulla Gazzetta Ufficiale la legge n. 14 del 2009, che converte il relativo Decreto Legge del 30 dicembre 2008.

Con la presente legge viene modificato l’articolo 75 del Codice della Strada.

Ecco l’estratto che maggiormente ci interessa:

1-ter. All'articolo 75 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modifiche:

a) il comma 2 è sostituito dal seguente:

"2. L'accertamento di cui al comma 1 può riguardare singoli veicoli o gruppi di esemplari dello stesso tipo di veicolo ed ha luogo mediante visita e prova da parte dei competenti uffici delle direzioni generali territoriali del Dipartimento per i trasporti terrestri e del trasporto intermodale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con le modalità stabilite con decreto dallo stesso Ministero. Con il medesimo decreto è indicata la documentazione che l'interessato deve esibire a corredo della domanda di accertamento";

b) dopo il comma 3, sono inseriti i seguenti:

"3-bis. Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti stabilisce con propri decreti norme specifiche per l'approvazione nazionale dei sistemi, componenti ed entità tecniche, nonché le idonee procedure per la loro installazione quali elementi di sostituzione o di integrazione di parti dei veicoli, su tipi di autovetture e motocicli nuovi o in circolazione. I sistemi, componenti ed entità tecniche, per i quali siano stati emanati i suddetti decreti contenenti le norme specifiche per l'approvazione nazionale degli stessi, sono esentati dalla necessità di ottenere l'eventuale nulla osta della casa costruttrice del veicolo di cui all'articolo 236, secondo comma, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, salvo che sia diversamente disposto nei decreti medesimi.

3-ter. Qualora le norme di cui al comma 3-bis si riferiscano a sistemi, componenti ed entità tecniche oggetto di direttive comunitarie, ovvero di regolamenti emanati dall'Ufficio europeo per le Nazioni Unite recepite dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, le prescrizioni di approvazione nazionale e di installazione sono conformi a quanto previsto dalle predette direttive o regolamenti.


Come appare immediatamente chiaro sparisce la richiesta del nulla osta alle case costruttrici che sino ad oggi ha creato un blocco psicologico ed un freno anche da parte degli organi pubblici preposti ai collaudi.

Questo è il primo, ma significativo passo verso la legalizzazione in Italia del tuning, come del resto in tutti gli altri paesi della comunità europea.

Vedere premiati i nostri sforzi dopo ben sei anni di battaglie e fatiche è una soddisfazione che nessuno ci può togliere.

A noi non interessano i meriti che forse qualcuno ora si approprierà, a noi interessa che sia iniziata una nuova stagione: quella che volevamo: si può finalmente collaudare il tuning.

Ora anche le aziende italiane possono finalmente programmare delle campagne di vendita in Italia senza il rischio di non vedere avvallati i loro progetti e le loro fatiche.

Con questa legge si avvia una più ampia rielaborazione del sistema, ma soprattutto una maggiore garanzia per gli utenti finali.

Oggi, quello che noi da sei anni chiedevamo, è legge dello Stato.

Poco importa se dovremo attendere ancora sessanta giorni per l’emanazione dei decreti applicativi.

Oggi l’incubo del nulla osta non c’è più.

Come avevamo anticipato il percorso si è innescato e l’obiettivo minimo che ci era stato garantito di una circolare ministeriale, si è trasformato addirittura nella realizzazione di un sogno: è oggi finalmente legge.

Già subito dopo il nostro convegno del primo novembre scorso avevamo sentito l’aria cambiare, ma troppo spesso ci eravamo disillusi dalle promesse che all’ultimo tuffo s’infrangevano contro ostacoli insormontabili.

Sarà un segno del destino ma il 27 febbraio è, per chi scrive, una data per lui molto importante, è il giorno in cui è nata sua figlia. Da quest’anno ci sarà un altro motivo per festeggiare.

Siamo ora a disposizione di chiunque voglia finalmente vedere realizzata la Federazione Italiana Tuning Sportivo, che da oggi in poi si muoverà per creare i primi Campionati nazionali di Tuning Sportivo. Avevamo detto, e abbiamo tenuto fede alle nostre promesse, che solo in presenza di una legge che permettesse di realizzare dei campionati in grado di far partecipare solo auto modificate di tipo omologato si sarebbe dato corso alla realizzazione del primo campionato italiano.

Ora vogliamo mantenere la promessa e ci stiamo organizzando per realizzare tutte le sezioni nazionali per dare il via a questo importante evento.

Tutti i club, gli appassionati potranno quindi aiutarci a realizzare finalmente la nostra Federazione sportiva moderna, solida, perché appoggiata su principi e valori che sono inattaccabili ed irrinunciabili.

Chiedeteci di aderire, di realizzare le vostre sedi comunali, provinciali, regionali e noi saremo ben lieti di darvi il nostro aiuto ed appoggio.

Appena realizzato lo scheletro portante della nostra struttura potremmo avviare tutti insieme i programmi di come realizzare le gare ed i relativi campionati.

In anteprima pubblichiamo lo scudetto FITS 2009- 2010.

Giuliano Latuga
Presidente FITS

_________________
Cossa ocori che te cori cò no ocori che te cori, cò ocori che te cori no te cori...
Immagine . . Immagine
Guido A. from Gorizia (north-east.Italy) <> Procedere ma non eccedere!

Ideatore&Boss del 'Club Italiano Fiat Stilo e nuova Fiat Bravo'

My EX Car > Fiat Stilo type1 1.9 jtd115 Dynamic 3doors 17" wheels & soft-tuning... My PhotoGallery
GuAnto.net > Il Mio Sito: quando la passione per la propria auto va oltre il semplice piacere di guidarla...

Nuova Fiat Bravo? Nuova Community > Bravo198.com - Bravo198.it


Meglio stare zitti, e lasciare il dubbio di essere stupidi, che parlare e togliere ogni dubbio.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legalizziamo il Tuning: leggi delega, decreti ed altro!
Numero Post: 56 MessaggioInviato: martedì 9 febbraio 2010, 14:14 
Non connesso
Utente Storico DOC
Utente Storico DOC
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 19 settembre 2003, 22:00
Messaggi: 4057
Località: Veneta
Marca: Fiat
Modello: Stilo 3p (192) 2001-2006
Motore: 2400 20v 170
Anno: 2002
Allestimento: Abarth selespeed
riporto la notizia in questo topic poichè mi sembra comunque inerente all'argomento trattato

Fonte: TGCOM

Auto modificate, arresti a Napoli
False omologazioni, blitz nel "tuning"
I carabinieri della compagnia di Piacenza hanno sgominato una vasta organizzazione dedita all'omologazione, senza collaudi, di modifiche tecniche ed estetiche ad automobili elaborate (il cosiddetto "tuning"). La centrale delle false omologazioni era sita a Napoli e per regolarizzare le macchine venivano corrotti impiegati della Motorizzazione civile del capoluogo campano. Dieci gli arresti disposti nell'ambito del blitz.


Le misure cautelari sono state disposte dal gip di Napoli Luigi Giordano, su richiesta dei pubblici ministeri Henry John Woodcock e Francesco Curcio. I reati contestati, diversi da indagato ad indagato, vanno dall'associazione per delinquere al falso, dalla truffa ai danni dello Stato alla corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio, all'accesso abusivo in sistemi informatizzati.

Le persone alle quali è stata notificata la misura degli arresti domiciliari sono dieci, prevalentemente residenti nel napoletano; per altre tre persone è stato invece disposto il divieto di dimora a Napoli. Nell'inchiesta sono indagate complessivamente oltre cento persone. L'attività investigativa ha preso le mosse da alcune verifiche e informazioni raccolte dai carabinieri al "Fast and Tuning club" di Rottofreno di Piacenza e ha consentito di accertare l'esistenza di una struttura organizzata che faceva capo all'Agenzia di consulenza automobilistica "Fratelli Cunto", con sede a San Giuseppe Vesuviano (Napoli).

Dalle indagini e dalle intercettazioni telefoniche è emerso che, in cambio di una somma di denaro versata per lo svolgimento della pratica, attraverso una serie di intermediari (uno dei quali detto "omologa") e la corruzione di alcuni dipendenti della Motorizzazione civile di Napoli, l'Agenzia assicurava agli appassionati di tuning un duplicato della carta di circolazione dei veicoli sul quale risultava l'omologazione delle modifiche apportate senza che i veicoli stessi fossero sottoposti al collaudo obbligatorio.

Nel tempo, l'Agenzia è diventata collettore delle pratiche degli appassionati di tuning di varie province e molte omologazioni che potevano essere fatte altrove avvenivano alla Motorizzazione di Napoli. Alcuni proprietari di veicoli, peraltro, sono risultati all'oscuro del meccanismo illecito, e hanno chiesto e ottenuto l'omologazione, ritenendo che il "percorso" fosse quello regolare e che la somma versata fosse il compenso dovuto all'Agenzia per lo svolgimento della pratica.

Il "tuning" è una pratica molto diffusa nel mondo e anche su internet vi sono moltissimi siti specifici dedicati al fenomeno. In Italia gli appassionati sono migliaia, riuniti in decine di club con sedi prevalentemente al nord, che organizzano raduni e manifestazioni. Le modifiche ai veicoli possono essere di carattere strutturale - dal telaio agli ammortizzatori, dallo sterzo, ai cerchi, agli pneumatici - o estetico, tutte devono obbligatoriamente essere omologate.

_________________
Fiat Stilo Abarth
Nero metallizzato, assetto con molle Eibach e ammortizzatori Essepi Assetti, barra duomi anteriore personalizzata, cerchi da 17'', pastiglie freni Roesche, n°4 distanziali da 12 mm, battitacco Fiat, terminale di scarico personalizzato Powerfull, centrale Supersprint, 1° e 2° kat modificati Brain, alberi a camme C&B, filtro a pannello sportivo, rimappatura centralina, addittivi Sintoflon su motore, cambio e pompa selespeed. Addittivo Purple Ice su circuito di raffreddamento. Kit fari Xenon-Lamp digitale 6000K


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legalizziamo il Tuning: leggi delega, decreti ed altro!
Numero Post: 57 MessaggioInviato: martedì 9 febbraio 2010, 14:22 
Non connesso
BRAVO-STILOso Sportivo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 25 marzo 2008, 21:35
Messaggi: 2129
Località: prov. di Brescia
Marca: Fiat
Modello: Bravo 5p (198) 2007-2015
Motore: 1600 mjet 16v 120
Ho visto oggi al tg.

_________________
Auto: Bravo 1.6 multijet 16v 120cv emotion grigio argentovivo lenticolare
Accessori: Blue&Me Nav, cristalli oscurati, selleria in pelle nera, ruotino di scorta, garanzia 5 stelle.
Accessori postvendita: specchietto retrovisore interno fotocromatico, portaocchiali, xenon 6000k.
Ordinata il 21 aprile 2008 > Arrivata il 9 maggio 2008 > Ritirata il 21 maggio 2008

Questo è il mio sito > https://www.facebook.com/Motorendering


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legalizziamo il Tuning: leggi delega, decreti ed altro!
Numero Post: 58 MessaggioInviato: martedì 9 febbraio 2010, 16:23 
Non connesso
STILO-BRAVOso Emotionico
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 agosto 2009, 18:02
Messaggi: 1457
Località: Torino
Marca: Fiat
Modello: Stilo 5p (192) 2001-2006
Motore: 1900 mjet 120
Anno: 2005
Allestimento: Dynamic
Charl ha scritto:
Il "tuning" è una pratica molto diffusa nel mondo e anche su internet vi sono moltissimi siti specifici dedicati al fenomeno. In Italia gli appassionati sono migliaia, riuniti in decine di club con sedi prevalentemente al nord, che organizzano raduni e manifestazioni. Le modifiche ai veicoli possono essere di carattere strutturale - dal telaio agli ammortizzatori, dallo sterzo, ai cerchi, agli pneumatici - o estetico, tutte devono obbligatoriamente essere omologate.


Ragazzi il giorno che capiranno che non è un crimine, ma solo sana passione capiranno anche che il mondo è appassionato del tuning...chi non ha cambiato mai qualcosina nella propria auto...bhe bisognerebbe far capire che quello è già tuning perchè rientra nel termine stesso...è un'elaborazione della propria auto: piccola, grande, brutta o bella non cambia nulla...ecco che si capisse anche questo queste cose come le false omologazioni o altro non accadrebbero più...e non ci sarebbe nessuno che ci mangierebbe sopra...

_________________
---------------------------------------------------------------------------
Simo e Gio
Tuning esterno: .........
...............................Tutto qui!!!!
Tuning interno: ..........


AH OVVIAMENTE..............WORK IN PROGRESS……


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Modifiche all'impianto frenante:entrano in vigore nuovi decr
Numero Post: 59 MessaggioInviato: venerdì 24 settembre 2010, 14:15 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 19 febbraio 2010, 13:01
Messaggi: 11630
Località: CN
Marca: Fiat
Modello: Bravo 5p (198) 2007-2015
Motore: 1600 mjet 16v 120
Anno: 2008
Allestimento: Emotion
Cita:
A partire da oggi venerdì 24 settembre entreranno in vigore i decreti n. 147 e n. 148, che permettono di equipaggiare la propria autovettura o motocicletta con un nuovo “sistema dischi freno”. Questi decreti, previsti nell’art.75 del nuovo Codice della Strada, permettono dunque di aggiornare senza il nulla osta della casa madre tutti quei componenti (pinze freni e adattatori, pastiglie, tubi di collegamento e sensori) che compongono l’impianto frenante. L’automobilista dovrà solamente sostituire gli accessori con nuove parti omologate e compatibili con la vettura su cui vengono installati.

Nel dettaglio, i produttori di componentistica dovranno fornire la documentazione necessaria al servizio tecnico del dipartimento dei trasporti, che sottoporrà l’accessorio a test di varia natura. Una volta conclusi i collaudi il servizio tecnico informerà la direzione generale della Motorizzazione, che emetterà il certificato di omologazione. L’acquirente dovrà poi affidare il prodotto ad un installatore, tenuto a rilasciare un documento che certifichi la qualità del lavoro. Solo a questo punto la Motorizzazione aggiornerà il libretto della vettura.

Fonte:
http://www.autoblog.it/post/29356/modif ... 47-e-n-148

_________________
Grazie di tutto Salvatore. Clothar sarai sempre uno di noi.
---Immagine---Immagine---Immagine
Immagine
IL PRESTA-NOME-------------------------------------------


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Legalizziamo il Tuning: leggi delega, decreti ed altro!
Numero Post: 60 MessaggioInviato: venerdì 24 settembre 2010, 14:28 
Non connesso
STILO-BRAVOso Limited Edition
Avatar utente

Iscritto il: domenica 15 novembre 2009, 16:08
Messaggi: 8126
Località: Macerata
Marca: Fiat
Modello: Bravo 5p (198) 2007-2015
Motore: 1600 mjet 16v 120
Allestimento: Sport Style
Almeno legalizzano impianti frenanti migliori dell'originale :woot: ...era oraaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :evvai:

_________________
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> :wub: My Black&White Edition :wub: <<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
>>>>>>>>>1°realizzatore doppia retromarcia e retronebbia<<<<<<<<<
"Sono un automobilista, ed essendo un automobilista sono sempre, costantemente, incaz :censo: to come una béstia" :randello:


Top
 Profilo E-mail  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 95 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it